Translate

venerdì 8 giugno 2018

Sense 8 intervista Nerdflics. Aspettando il finale

Ne ho già parlato una volta, ma non mi bastava. Così abbiamo deciso anche di girare un video e, siccome Leonardo non ha visto le due serie (shame, shame!) e io non volevo ripetermi, abbiamo scelto la forma dell'intervista per il nostro piccolo e tenero canale Nerdflics. Leonardo mi esporrà le sue curiosità e io gli racconterò dei Sense 8 che mi hanno tanto appassionata.
Tecnicamente questa è la traccia su cui si dovrebbe sviluppare il video, ma sicuramente avrò cercato di parlare a memoria inventando cose di sana pianta e omettendone delle altre, per cui se siete curiosi, ecco l'inedito testo che va portato in salvo.

No spoiler


1) Parto subito dal dirti che crea disagio il fatto che non sei fisionomista (per saperne di più leggete la recensione sul suo blog)! A parte gli scherzi ahahah... quanto ti è piaciuto Sense 8 in termini pratici? Fammi un esempio!

Innanzitutto mi dispiace . Io vorrei tanto fare un corso per diventare fisionomista, come minimo dovrei seguire un addestramento come i cani. Però, c'è un però. Io capisco che un attore che gira una serie tv la percepisce come un lavoro e se hai problemi col capo hai problemi con la serie stessa... ma stai spezzando una storia. Mi è stato sempre un po' sulle balle che, nome a caso, Bingo, venga interpretato da 15 attori diversi. A questo punto sarebbe molto meglio che, invece di cambiare faccia, muoia il personaggio... però in questo caso era un po' complicata. Se i Sense 8 cercano di restare in vita ci sarà un motivo. In termini pratici? Ragazze avete presente quando arrivano QUEI GIORNI e poco prima vi viene voglia di mangiare un alimento ben specifico? Sense 8 è come quando mangi quell'alimento e per un po' ti senti in pace, va a riempire un vuoto. Sense 8 parla di lealtà verso la tua "cerchia". La lealtà è ben diversa da ciò che è più comodo per te, perché essere leali presuppone il sacrificio. La lealtà implica che a volte quello che fai per salvare gli altri va a scapito tuo. Non è un valore moderno.

2) Conoscevi le sorelle Wachowski prima di vedere questa serie?

Purtroppo non proprio, però credo che approfondirò la mia cultura in merito al loro operato, perché hanno fatto un lavoro grande e ambizioso. Hanno scritto la sceneggiatura di "V per vendetta" però, quel film almeno l'ho visto e anche lì saltava all'occhio la loro sovversività, la tendenza verso la rivoluzione. Non le conosco ancora bene, ma credo che il loro stampo non sia proprio quello di lasciare il sistema com'è, non è nel loro stile.

3) Dimmi soltanto i 3 migliori aspetti di questa serie tv!

Il primo aspetto è l'ambientazione. È immensa! I Sense 8 sono 8 persone di parti del mondo diverse e praticamente ti visiti un po' le città insieme a loro. È entusiasmante viaggiare così tanto restando a casa. La sigla mi dà lo stesso senso di apertura che avevo da bambina a guardare l'inizio di "Bianca e Bernie nella terra dei canguri" -cartone animato che da bambina amavo- con quella panoramica spettacolare, l'inquadratura che corre veloce per la prateria sconfinata australiana.  Il secondo aspetto è rappresentato dalle storie. Ciascun protagonista è accompagnato da un passato e da un presente. È ben caratterizzato e inserito in maniera profonda nel proprio contesto. Nulla nella vita di queste persone è lasciato al caso e le loro esistenze sono piene di pathos, devastanti per il dolore che contengono. Nessuno ha come dire, un background costruito tanto per fare. Il terzo aspetto è la caratterizzazione caratteriale dei personaggi minuziosa, perfetta. C'è molta attenzione per il dettaglio. Nessuno dei Sense 8 o all'infuori della cerchia fa qualcosa che non sia da lui. È come se ciascuno avesse un raggio di azione ben definito consono al proprio carattere. Anzi, credo che l'unica eccezione sia quella di Sun che sostituisce Lito, ma scavando bene il contesto, a Lito si chiedeva di essere vero, laddove lui invece è molto più bravo a mentire.

4) Al tempo io vidi soltanto i primi 3 episodi e per me era troppo lenta per cui l'abbandonai, cosa invece ti ha spinta a continuare a vederla e quali sono i motivi per cui uno dovrebbe approcciarsi alla serie per la prima volta?

I primi episodi preparano le basi per ciò che accadrà poi. Ti sei fermato proprio al terzo e pensa che la serie acquisisce carattere dalla quarta puntata in poi. Il presupposto di partenza era troppo interessante per mollare. L'empatia più totale è il punto d'inizio, è un'esca troppo succulenta per non vedere come va a continuare e finire. Volevo capire. Capire come si sarebbero incontrati, come avrebbero comunicato, quali problematiche avrebbero avuto. Ci si dovrebbe approcciare alla serie perché ha un'anima molto colorata e bella che vale la pena conoscere. Ha un'identità, una morale, non ne uscirete senza niente in mano.

5) C'è una cosa che accade in un determinato episodio e che conferisce una specie di potere ai Sense 8 che non mi convince, e tu sai a cosa mi riferisco. Ci sono invece degli elementi che ti hanno convinta poco?


Parliamo del fatto che i Sense 8 possono comparire nel luogo in cui si trova un membro della cerchia e passargli degli oggetti che altrimenti lui non avrebbe a disposizione. A parer mio fa parte del patto narrativo: possono farlo, punto. Non è una serie che ha la pretesa di spiegare come le molecole vengano trasportate tramite connessione Sense 8. La trama è dinamica ma sembra nel contempo ciclica, è come se conducesse al punto di partenza ogni volta. Ci sono tuttavia film fantastici che si basano solo su quel presupposto, non saprei dirti se si tratta di un difetto effettivo.

6) L'aspetto più importante della serie è il collegamento mentale/sentimentale/empatico tra queste 8 persone, ti piacerebbe essere collegata in tal modo con delle persone totalmente sconosciute?

Ai Sense 8 non viene chiesto in precedenza se sono contenti di ricevere questo legame, anche perché Whispers ad esempio lo è anche troppo... meno contenta è la sua cerchia. Per me non è semplice adattarmi agli altri e a caratteri completamente diversi dal mio. 
Senza fare troppi spoiler, c'è una donna che appartiene a un'altra cerchia, che si chiama "Mai soli". Credo che questo nome riassuma il mio pensiero. Essere collegati in maniera così forte ed empatica con altre persone azzera il senso di solitudine che spesso ci si porta dietro. Senti l'altro come parte di te, non ci sono liti o incomprensioni nella cerchia, perché ci si capisce al volo. Sono collegate tra loro persone che nel palcoscenico della vita hanno ruoli opposti come Will il poliziotto e Wolfgang che a un'analisi superficiale è solo un delinquente. Nella cerchia tuttavia percepiamo gli altri per quello che sono, il bene e il male smettono di esistere perché i ruoli non ci sono più. Le emozioni e i pensieri arrivano prima all'anima.
Mi spaventerebbe a morte un legame simile, ma finalmente risolverei il problema delle incomprensioni con gli altri. Nessuno percepisce i componenti della propria cerchia come una minaccia per la propria incolumità, per questo funziona.


7) Dimmi il tuo personaggio preferito e perché proprio Riley? Ahahahahhah a parte gli scherzi, il tuo personaggio preferito qual è? E perché?

Grazie tante per l'effetto sorpresa! Riley mi ha colpita già stilisticamente con il suo look molto "da metropolitana". Non ti serve sapere dove vive per capire che è di una grande città e pensare che ha idee innovative. Cattura lo sguardo ma nel contempo percepivo qualcosa di oscuro in lei, come un dolore atroce e impossibile da cancellare. Dalla prima occhiata non mi è sembrata proprio una spensierata dj ma una donna molto più sofferta e profonda. Anzi mi ricorda anche vagamente un personaggio di un mio libro che amo alla follia. Tra l'altro lei e il suo compagno Will sono quelli più perseguitati dal temibile Whispers, perché ha intercettato lo sguardo di quest'ultimo ed è capace di connettersi con lui. Riley sembra che in un modo o nell'altro non trovi mai un attimo di pace, in questo mi somiglia molto.
Lito anche mi è piaciuto un sacco perché parte molto svantaggiato. Mentire per lui ha sempre risolto tutto, fino al punto in cui non può più farlo.
Lito è un uomo in senso autentico perché è molto sensibile e pieno di paure sotto la maschera che indossa. Quando si toglie l'armatura è una persona così fragile e autentica che ti resta impressa. 
Anche il suo "contorno" è fantastico. Hernando è intelligente e compensa il suo compagno in termini di sangue freddo; Daniela è adorabile e dolcissima. È un po' come se scodinzolasse felice per tutto, è contagiosa.
In genere faccio il tifo per gli antieroi, amo i personaggi che non sono esattamente d'azione e risolutivi ma combattono battaglie interiori enormi. Mi sento molto più un antieroe che un maestro di lotta come Sun, o un tipo d'azione alla Wolfgang. Perdo molto più tempo a capirla la vita, che a realizzare gesta memorabili.

Spoiler 

8) A proposito di Whispers, parlaci un po' di questo villain.

Ciò che in genere contraddistingue il cattivo dai buoni è la distanza: lui è cattivo e quindi molto diverso da me, perché sono buono. Whispers è uno di loro, un Sense 8. È una pecora travestita da lupo o un lupo travestito da pecora, fatto sta che non è dalla parte in cui per natura dovrebbe stare.
A un certo punto Riley presa dalla disperazione diventa meno cauta e contatta altre cerchie di Sense 8, finendo per parlare con una donna in una chiesa. Quest'ultima reca sul braccio le stesse ferite autolesioniste della dj. Nel mostrarsele a vicenda, la signora dice che le voci che ordinano di farlo (tagliarsi) non urlano mai, ma sussurrano di continuo.
Whispers fa paura più della BPO perché essa può farti male fisicamente, ma lui ti entra nella testa, ti logora giorno per giorno finché a livello psicologico non diventi l'ombra di te stesso.
Whispers gioca con te, con i tuoi affetti, con la tua sensibilità. È come un virus che ti logora dall'interno. E Jonas non è da meno. Mai fidarsi delle persone che non riesci mai a capire da che parte stanno.

9) Questa è una domanda spoiler: cosa ti aspetti di più dal finale? Insomma facci un pronostico: cosa vorresti vedere nel film che concluderà la serie?

Mi auguro che Wolfgang sopravviva perché la sua cattura per me è stata un fulmine a ciel sereno. Un guerrieri come lui non può morire così stupidamente. In un certo senso spero che Lila Facchini gli dia una mano perché non è un personaggio cattivo a parer mio, ma una donna che non accetta i "no" e nell'insicurezza diventa aggressiva. Però se nutre un reale sentimento verso Wolfgang potrebbe pentirsi di averlo quasi fatto ammazzare.
Spero anche che Kala a questo punto faccia davvero chiarezza, ma soprattutto vorrei capire il ruolo di Jonas Maliki all'interno della BPO. Lui e Angelica sono personaggi chiave di cui il passato ci è stato rivelato a bocconi. Stavolta vorrei sapere quello che ci manca. Non m'importa del lieto fine a tutti i costi, ciò che mi preme di più è che il quadro sia finalmente completo. 

Nessun commento:

Posta un commento