Translate

mercoledì 2 aprile 2014

E-book vs libro.

Non credo finirà mai; specie in Italia, dove quella metallica tavoletta sputa parole chiamata eReader ha più o meno le sembianze del demonio. Senza dimenticare che molte persone danno ancora del lei al proprio computer, scongiurandogli di accendersi, perché non sanno proprio dove andare a cercare il fantasmagorico tastino che dà vita alla magia. 
Ma non finirà mai, cosa?
Vero: avevo così tanta fretta di disquisire, da dimenticare il soggetto dello sproloquio verbale (quisquiglie, eh?!). Ebbene, signori, sto parlando dell'agguerrito, mirabolante, sanguinario combattimento tra libro ed e-book: scontro che, perlomeno nel bel paese, sembra destinato a durare più o meno un altro centinaio di anni.
Ovviamente, non credo proprio che il libro scomparirà dalla faccia della terra; come non credo assolutamente che l'e-book non prenderà mai piede. Anzi...


"Chi avrà la meglio?", mi chiederete voi.
Ah, io lo devo dire?
Ma anche no: sono decisamente troppo pigra per sobbarcarmi la responsabilità di decretare il vincitore (e poi si è appena rotta la sfera di cristallo con cui prevedevo il futuro); sono piuttosto decisa a stilare una più che equa lista di pregi dell'uno e dell'altro...e che vinca il migliore!

E-book
1-Salva gli alberi.
2-Costa meno
3-Quando non conosci il significato di una parola, lo rintracci con un click.
4-Lo porti ovunque vuoi e non pesa.
5-Il segnalibro non lo perdi.
6-Tuo fratello, tua sorella o qualsiasi tuo parente di un anno o poco più, non ne strapperà le pagine per costruire barchette.
7-Non corri il rischio di prestarlo senza vederlo tornare indietro.
8-Non ti senti in colpa a evidenziare le parti che ti piacciono di più.
9-Non si spagina per nessun motivo.
10-Ci sono applicazioni che velocizzano la lettura.
11-Hai sempre spazio per comprarne uno nuovo.
12-Lo leggi al buio, senza il bisogno di una lampada nei dintorni.
13-Lo compri da casa e non devi aspettare che giunga da chissà dove.


Libro
1-Non ha bisogno della corrente.
2-Il rapporto fisico con la carta e il suo profumo non ha prezzo.
3-Ha un legame col passato; ti costringe a metabolizzare meglio frasi e situazioni.
4-Puoi piegare l'angolo alle pagine che t'interessano.
5-Tra rilegatura, copertina e cofanetto può essere ritenuto un'opera d'arte.
6-Insieme ai suoi amici arreda perfettamente un salotto.
7-Se ci rovesci sopra qualcosa, non cominci a parlare aramaico.
8-Tutti sanno come si accende e come si usa.
9-Cadendo non si distrugge per sempre.
10-Puoi regalarlo anche a un bambino.
11-Non ti distrai con i social network, perché non c'è rischio che tu lo legga al computer o sul tablet.

12-Per comprarlo basta recarsi in libreria e usare i contanti.
13-Puoi sempre nasconderci qualcosa in mezzo.

4 commenti:

  1. Dura lotta. L'e-book parte bene già dal punto 1 ma come superare il punto 13 del libro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ammettere che se non avessi voluto essere imparziale, avrei dato volentieri il vantaggio al libro. Ho letto pochi e-book in vita mia e pian piano mi ci sto abituando, anche se puntualmente mi ritrovo a meditare sul punto 11 del libro: leggendo dal computer, finisco per trascorrere mezz'ora a trafficare con facebook e dieci minuti con l'e-book!
      Diciamo che la variante elettronica potrebbe vincere benissimo su tutti i fronti dal lato pratico, ma c'è sempre quel fattore nostalgia che nessuno prende sotto gamba.
      Un po' come dire (non sono pazza; so che è un'esagerazione) che un robot è più efficiente, ma l'essere umano ha l'anima.
      Poi il punto 13 del libro torna sempre utile :)

      Elimina
  2. Risposte
    1. Aahhahahhah ok: il cartaceo sta stravincendo! XD

      Elimina